.

D)
Liz Cassini, il pubblico di Hard Channel che da sempre la segue attraverso i Suoi Racconti, è sempre stato assetato di notizie riguardo il suo personaggio,... ma, soprattutto, quello che viene da domandarsi, leggendo i suoi racconti è se essi siano frutto di una mente femminile o maschile.
Io, che la sto intervistando ho già la risposta, ma chi non l’ha mai vista talvolta non riesce a percepire, dai toni dei suoi racconti, se le sensazioni siano descritte da un uomo o da una donna.
Ci dica qualcosa di lei

R)
Faccio parte della redazione del portale Hard Channel TV della famosissima Heidy Cassini.
Dato il mio lavoro, che svolgo con grande piacere e soddisfazione e che mi porta in giro per il mondo, mi trovo spesso, sia all’interno del team di Heidy, in occasione di Manifestazioni, Provini, Film, Promozioni, Servizi Fotografici o Party, sia nella vita comune che ruota intorno al settore dell’Hard, che, non raramente, porta a contatto con i luoghi che la gente che vive di giorno, come aeroporti, hotel, riunioni di lavoro, pranzi ecc., ad essere sovente spettatrice, e dicendo spettatrice ho rivelato il mio sesso, di situazioni intriganti e, quasi sempre, per diretto coinvolgimento, partecipe di questi.

D)
Cosa la spinge a scrivere questi racconti così colmi di erotismo ?

R)
Quando siamo in mezzo agli altri, il nostro cervello inizia ad immaginare perché una persona o una scena, inconsapevolmente, ci ha accesi, in situazioni normalissime, che nella nostra mente prendono vita.
L’attuare quello che si è immaginato è il secondo step concesso solamente a coloro che si trovano intellettualmente a certi livelli, basta un impercettibile Feed-Back e, se il gioco piace ad entrambi, va avanti, consapevoli, e nel contempo noncuranti, di qualsiasi rischio possa derivarne, diventando grande fonte di adrenalina pura che ha come fine, oltre quello del godimento fisico, quello, non ultimo e non meno appagante, di dissetare la psiche
Se siamo predisposti a certe avventure lo dice la nostra aura che ci circonda, un alone che solo chi parla la stessa lingua può vedere. Il problema è forse fermarsi.

D)
I suoi personaggi sembrano comunque piacersi, perché ?

R)
Perché il piacere deve essere mentale e fisico, uno senza l’altro non porta da nessuna parte, deve esistere quella piacevole consapevolezza che non ci sarà un seguito e che tutto sarà bruciato, poiché solo così è concesso, in quel momento. Giochi dove, senza maschere morali, ciascuno da e riceve, come in una interdipendenza dove nessuno, a fine partita, abbia guadagnato qualcosa a discapito dell’altro.

D)
Cosa prova quando scrive questi Racconti così fantasiosi e che a tratti sembrano reali ?

R)
le situazioni che descrivo, che ho comunque vissuto, o che mi raccontano, non sono frutto di immaginazione, ma di reali esperienze che nascono dal desiderio di rendere pubblico l’inconfessabile, il desiderio di far sapere, a chi non si conosce, e che probabilmente mai si conoscerà, quello che si è stati capaci di fare, rimanendo, sempre e comunque, nei limiti del lecito.

D)
Cosa vuole trasmettere al lettore con i suoi racconti e che contributo lei pensa diano, alla Vita Intima di chi li legge ?

R)
Le frasi che vengono utilizzate all’interno dei racconti sono talvolta forti, come è d’obbligo siano in certi momenti che non hanno spazio per i romanticismi, e talvolta lievi , da romanzo rosa, perché dentro di noi non pensiamo né in modo volgare né in modo romantico, dentro di noi appaiono immagini proprio come dei film.
Talvolta penso che mi piacerebbe iniziare un racconto lasciandolo a metà per farlo terminare ai miei lettori.

D)
Mi sembra di capire che i suoi personaggi non amino mettersi in mostra o non agiscano per vantarsene o per raccontarlo.

R)
In una società dove i nostri dati personali sono di dominio pubblico attraverso carte fedeltà o tessere della Palestra o della Boutique del centro, il desiderio di chi veramente cerca situazioni del genere, ed è all’altezza di meritarle, è quello di farsi coinvolgere in circostanze dove, il vero fine è l’esclusivo piacere di godere, dove, attori e comparse, agiscono nell’anonimato per compiacere se stessi e gli altri, con il gusto di accendere una storia e di chiuderla nel momento stesso in cui il piacere è stato soddisfatto, senza inneschi di relazioni o peggio, molestie. Poi, talvolta una storia la godiamo di più quando, vissuta, non la raccontiamo a nessuno e nessuno la conosce tranne gli attori che ve ne hanno fatto parte.

D)
I racconti, come i Film, come i fumetti, cosa dovrebbero lasciare in coloro che li Leggono : una piacevole emozione, la sensazione come di aver sognato, la voglia di realizzare le situazioni che vengono descritte nei racconti ?

R)
Quando si fa un sogno, bello o brutto che sia, nel momento in cui lo si fa si è consci che si tratta di un sogno dove l’unica cosa che abbiamo ben presente è che nulla di quel sogno si potrà trasportare al risveglio, a parte i brividi che ci ha dato.

D)
La Curiosità è Grande.... quale sarà il prossimo Racconto... e di cosa parlerà?.. Seguirà la stessa Linea dei Racconti precedenti o avremo delle Novità ?

R)
Il miglior modo di scoprirlo è quello di continuare a leggerci, e, perché no, anche a scriverci.
LA REDAZIONE.

 

 

Joomla templates by a4joomla